Skip to main content

Soumayla Sacko e l’insopportabile innocenza italiana

Soumayla Sacko e l’insopportabile innocenza italiana

  Il luogo del delitto del sindacalista maliano? Una fabbrica dove la ‘ndrangheta ha seppellito i rifiuti tossici delle centrali Enel. Il ghetto? Riempito da diniegati alle richieste d’asilo, per decisione politica. Il ministro dell’Interno? Eletto in provincia di Reggio Calabria. Eppure siamo convinti che il problema sono i “migranti”…leggi articolo

La Politica a servizio della fraternità universale

La Politica a servizio della fraternità universale

“180. Riconoscere ogni essere umano come un fratello o una sorella e ricercare un’amicizia sociale che includa tutti non sono mere utopie. Esigono la decisione e la capacità di trovare i percorsi efficaci che ne assicurino la reale possibilità. Qualunque impegno in tale direzione diventa un esercizio alto della carità. Perché un individuo può aiutare […]